Homepage di Italica: Italiano   Rai International

Feed RSS

Newsletter

Scrivici

Informazioni

Mappa del sito

Argomenti
Botticelli pittore della Divina Commedia

Indice
Biografia di Botticelli
Botticelli e il suo tempo
La Divina Commedia
Opere in mostra
Area Dante di Italica

include_menu

Sandro Botticelli pittore della Divina Commedia

Alle Scuderie Papali al Quirinale, una eccezionale mostra presenta l'intero corpus delle illustrazioni per la Divina Commedia di Dante realizzate dal "pittore-orefice" Sandro Botticelli. Per la prima volta in Italia vengono esposte le 92 tavole disegnate dal maestro fiorentino, che raccontano il viaggio dantesco nell' Inferno, Purgatorio e Paradiso.
In mostra anche quadri, affreschi e schizzi dell'artista conosciuto per i suoi angeli trasognati e le figure umane di placida bellezza. Dalla "Calunnia di Apelle" (Uffizi, Firenze) alle "Storie di San Zanobi" (Metropolitan Museum of Art, New York), fino alla rassegna delle pergamene della Commedia, ecco il Botticelli "narratore", su scala monumentale e su piccolo formato, su carta, arazzo, intonaco e tavola.
Il percorso che si snoda lungo le sale delle Scuderie, da poco restaurate dall'architetto Gae Aulenti, è un concentrato di storia e magnificenza. Qui rivive la Firenze del Quattrocento con tutti i suoi protagonisti, da Lorenzo il Magnifico a Girolamo Savonarola, dai grandi umanisti quali Marsilio Ficino e Poliziano agli artisti come Filippo Lippi e Andrea del Castagno. Duecento opere in totale, tra quelle del pittore Botticelli e di altri artisti a lui contemporanei, codici miniati e manoscritti, provenienti da musei, chiese e biblioteche di tutto il mondo.
Presentato in prima mondiale a Berlino, l'intero corpus della Commedia, a cinquecento anni di distanza, torna in Italia dopo aver subito perdite e smembramenti. Delle 100 tavole ne sono rimaste 92, di cui sette conservate presso la Biblioteca Apotostolica Vaticana mentre le altre 85 al Kupferstichkabinett di Berlino. I 92 disegni rappresentano novanta canti della Divina Commedia, a cui si aggiungono il "Cratere dell'Inferno" e una raffigurazione di "Lucifero". Per completare il corpus mancano le tavole relative a otto canti dell'Inferno (II-VII, XI e XIV), considerate disperse, mentre le tavole dei canti XXXI e XXXIII del Paradiso forse non furono eseguite. I disegni, seppur tracciati ciascuno su un foglio separato, rappresentano un unico insieme e, al pari di una sequenza cinematografica, narrano il fantastico viaggio di Dante nell'aldilà.
Contemporaneamente alla mostra si svolgono diverse iniziative collaterali: conversazioni sul poema di Dante e la sua fortuna letteraria e iconografica, su Botticelli e la Firenze del Rinascimento; tre concerti sono previsti il 25 ottobre, l'8 e il 15 novembre all'Oratorio del Gonfalone; una rassegna cinematografica dantesca, a cura della Cineteca di Bologna.
Nell'anno giubilare, Roma rende omaggio al grande pittore fiorentino e al contempo al poema cristiano per eccellenza: la Divina Commedia. Dante stesso afferma di aver tratto ispirazione per la sua Commedia in occasione del primo Giubileo del 1300.

Il filmato sulla mostra, dal programma Questa Italia di Rai International. Real video

Sandro Botticelli pittore della Divina Commedia
Roma, Scuderie Papali al Quirinale
Via XXIV Maggio 16
Fino al 3 dicembre 2000
Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.000
;
giovedì, venerdì e sabato dalle 10.00 alle 23.00
Per informazioni e prenotazioni 06 39967500
Ufficio stampa: 06 696272202 - 06 696270
Il catalogo è edito da Skira

dx5.jpg (11368 byte)dx10.jpg (7171 byte)dx3.jpg (7882 byte)dx6.jpg (12235 byte)dx9.jpg (13139 byte)dx5.jpg (11368 byte)
logorai.gif (2283 byte)
trasp.gif (837 byte)
Botticelli
Botticelli e il suo tempo
La Divina Commedia
Opere in mostra
Area Dante di Italica


Home page

Lingua
Radio
Diario di bordo
Argomenti
Multimedia
Archivio

Sandro Botticelli pittore della Divina Commedia

Alle Scuderie Papali al Quirinale, una eccezionale mostra presenta l'intero corpus delle illustrazioni per la Divina Commedia di Dante realizzate dal "pittore-orefice" Sandro Botticelli. Per la prima volta in Italia vengono esposte le 92 tavole disegnate dal maestro fiorentino, che raccontano il viaggio dantesco nell' Inferno, Purgatorio e Paradiso.
In mostra anche quadri, affreschi e schizzi dell'artista conosciuto per i suoi angeli trasognati e le figure umane di placida bellezza. Dalla "Calunnia di Apelle" (Uffizi, Firenze) alle "Storie di San Zanobi" (Metropolitan Museum of Art, New York), fino alla rassegna delle pergamene della Commedia, ecco il Botticelli "narratore", su scala monumentale e su piccolo formato, su carta, arazzo, intonaco e tavola.
Il percorso che si snoda lungo le sale delle Scuderie, da poco restaurate dall'architetto Gae Aulenti, è un concentrato di storia e magnificenza. Qui rivive la Firenze del Quattrocento con tutti i suoi protagonisti, da Lorenzo il Magnifico a Girolamo Savonarola, dai grandi umanisti quali Marsilio Ficino e Poliziano agli artisti come Filippo Lippi e Andrea del Castagno. Duecento opere in totale, tra quelle del pittore Botticelli e di altri artisti a lui contemporanei, codici miniati e manoscritti, provenienti da musei, chiese e biblioteche di tutto il mondo.
Presentato in prima mondiale a Berlino, l'intero corpus della Commedia, a cinquecento anni di distanza, torna in Italia dopo aver subito perdite e smembramenti. Delle 100 tavole ne sono rimaste 92, di cui sette conservate presso la Biblioteca Apotostolica Vaticana mentre le altre 85 al Kupferstichkabinett di Berlino. I 92 disegni rappresentano novanta canti della Divina Commedia, a cui si aggiungono il "Cratere dell'Inferno" e una raffigurazione di "Lucifero". Per completare il corpus mancano le tavole relative a otto canti dell'Inferno (II-VII, XI e XIV), considerate disperse, mentre le tavole dei canti XXXI e XXXIII del Paradiso forse non furono eseguite. I disegni, seppur tracciati ciascuno su un foglio separato, rappresentano un unico insieme e, al pari di una sequenza cinematografica, narrano il fantastico viaggio di Dante nell'aldilà.
Contemporaneamente alla mostra si svolgono diverse iniziative collaterali: conversazioni sul poema di Dante e la sua fortuna letteraria e iconografica, su Botticelli e la Firenze del Rinascimento; tre concerti sono previsti il 25 ottobre, l'8 e il 15 novembre all'Oratorio del Gonfalone; una rassegna cinematografica dantesca, a cura della Cineteca di Bologna.
Nell'anno giubilare, Roma rende omaggio al grande pittore fiorentino e al contempo al poema cristiano per eccellenza: la Divina Commedia. Dante stesso afferma di aver tratto ispirazione per la sua Commedia in occasione del primo Giubileo del 1300.

Il filmato sulla mostra, dal programma Questa Italia di Rai International. Real video

Sandro Botticelli pittore della Divina Commedia
Roma, Scuderie Papali al Quirinale
Via XXIV Maggio 16
Fino al 3 dicembre 2000
Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.000
;
giovedì, venerdì e sabato dalle 10.00 alle 23.00
Per informazioni e prenotazioni 06 39967500
Ufficio stampa: 06 696272202 - 06 696270
Il catalogo è edito da Skira

dx5.jpg (11368 byte)dx10.jpg (7171 byte)dx3.jpg (7882 byte)dx6.jpg (12235 byte)dx9.jpg (13139 byte)dx5.jpg (11368 byte)
logorai.gif (2283 byte)
trasp.gif (837 byte)

Italica è una produzione Rai International. I materiali raccolti in questo sito sono protetti da copyright e sono presenti esclusivamente per motivi didattici