Momenti del Cinema Italiano
Momenti del Cinema Italiano
Taxi Girl
Segnala la pagina
Informazioni
CAST TECNICO ARTISTICO
Regia: Michele Massimo Tarantini
Sceneggiatura: Francesco Milizia, Michele Massimo Tarantini
Fotografia: Giancarlo Ferrando
Soggetto: Luciano Martino, Francesco Milizia  
Musica: I Pulsar Music Ltd.
Montaggio: Raimondo Crociani
(Italia, 1977)
Durata: 100'
Prodotto da: Dania

PERSONAGGI E INTERPRETI
Marcella: Edwige Fenech
Ramon: George Hilton
Alvaro: Alvaro Vitali
Adone Adonis: Aldo Maccione
Commissario: Enzo Cannavale
Marcella è una procace tassinara di Roma, amata dai suoi colleghi, che accettano di buon grado di essere messi in secondo piano. Il più legato a lei è Alvaro, piccolo e irrimediabilmente sfortunato. Marcella litiga sempre con la madre che trova la sua professione indegna per una ragazza per bene: la vorrebbe impiegata alla Rinascente e sposata con un ragioniere. Il padre, ex tassinaro - che le ha lasciato la licenza e insegnato il mestiere - la difende a spada tratta. Molti sono i personaggi che capitano sul suo taxi: c'è Ramon, finto attore spagnolo con cui ha una relazione, che le promette di portarla a Venezia, salvo poi essere inseguito dalla moglie Ornella con tanto di fucile che li scopre insieme nel taxi. Durante uno dei suoi giri, Marcella chiama la polizia pensando che sia in atto una rapina: invece, irrompe sul set di un film e finisce in commissariato. Il commissario la prende subito in simpatia e, da buon napoletano fanatico della superstizione, si gioca i numeri. Intanto Walter, un agente stradale siciliano che ha cercato di farle la multa per eccesso di velocità si innamora di lei. D'altronde Marcella non passa mai inosservata: anche uno sceicco cerca di comprarsela, fingendo di volere acquistare il taxi. Dopo essersi esibita in una danza del ventre, lei scopre le reali mire del grasso sceicco e scappa in taxi vestita da odalisca; per nascondersi si mischia ad una retata di prostitute e finisce nuovamente in commissariato. Ramon torna alla carica, facendole credere di aver lasciato la moglie, ma la serata danzante a cui, non visto, assiste anche Walter, finisce come sempre con la moglie Ornella che riempie di botte il marito e Marcella che lo copre di insulti. 
Sul suo taxi capita niente popò di meno che il noto mafioso Adone Adonis con il suo assistente sordo. Marcella crede di aver capito dove nasconde la droga, ma la traccia si rivela non valida. Il commissario però decide di affidare a Marcella una missione: quella di sedurre Adonis fingendo di essere una cantante sexy del locale che lui frequenta abitualmente. Alvaro si offre di proteggerla e l'aspetta fuori in taxi. Nel locale si trovano anche Ramon e Ornella e per sfuggire nuovamente alle ire della moglie, Ramon si rifugia nel taxi di Alvaro e decide di aspettare con lui Marcella. Dopo aver stregato Adonis, Marcella si fa portare nella sua villa, seguita dai fidi Alvaro e Ramon. Dopo vari stratagemmi riesce ad avvisare il commissario che Adonis sta per ricevere una partita di droga. Finalmente, all'alba, arriva la polizia, ma il boss riesce a fuggire. Parte allora un affollatissimo inseguimento: la polizia, Walter con il suo collega, Marcella, Alvaro e Ramon in taxi cercano di bloccare l'auto di Adonis. Al gruppo si aggiunge Ornella in vespa. Il tutto commentato da una telecronaca in diretta. Dopo manovre rocambolesche, in cui il taxi di Marcella si divide in due e si ricompone, la combriccola finisce nel solito set cinematografico, mischiandosi con gli attori e tirandosi dietro anche il 7° cavalleggeri. L'inseguimento si conclude nel cortile del commissariato dove tutti si prendono per mano e si esibiscono in un girotondo.
Pubblicità
Pubblicità