La Canzone d'Autore Italiana
Quartetto Cetra
Un bacio a mezzanotte
Segnala la pagina
(1952, Garinei - Giovannini - Kramer)

Non ti fidar
di un bacio a mezzanotte
se c'è la luna non ti fidar
perché perché
la luna a mezzanotte
riesce sempre a farti innamorar
non ti fidar di stelle galeotte
che invitano a volersi amar
mezzanotte per amar
mezzanotte per sognar
fantasticar
Ma come farò senza più amar
ma come farò senza baciar
ma come farò a non farmi tentar
luna luna tu
non mi guardar
luna luna tu
non curiosar
luna luna tu
non far la sentinella
ogni stella in ciel
parla al mio cuor
ogni stella in ciel
parla d'amor
ogni stella in ciel sarà
la mia stella
mezzanotte per amar
mezzanotte per sognar
fantasticar
Non ti fidar
di un bacio a mezzanotte
se c'è la luna non ti fidar
perché perché
la luna a mezzanotte
riesce sempre a farti innamorar
non ti fidar di stelle galeotte
che invitano a volersi amar
mezzanotte per amar
mezzanotte per sognar
fantasticar

Scritto nel 1952 da Garinei, Giovannini e Gorni Kramer per la rivista "Gran baraonda", che vedeva protagonisti Wanda Osiris, Alberto Sordi, Enzo Turco, Gianni Agus, Ermanno Roveri ed Enzo Garinei, il brano divenne famoso per l'esecuzione del quartetto Cetra in duetto con Wanda Osiris, che Virgilio Savona definì come un numero di "quattro spazzacamini che vagano sui tetti, mentre la luna scende dal cielo". Nel 1953 il gruppo registrò "Un bacio a mezzanotte" su 78 giri per l'etichetta Cetra e la canzone divenne un classico del loro repertorio.
Pubblicità
Pubblicità