Dante
Dante
Iacopone da Todi - Biografia
Segnala la pagina
Articoli correlati
Iacopone da Todi - Laudi

(Todi, Perugia, 1236 circa - Collazone, Perugia, 1306). Al secolo come Iacopo Benedetti fu notaio nella sua cittÓ, dove spos˛ una Vanna di Bernardino di Guidone dei conti di Coldimezzo e condusse una vita da gaudente. Intorno al 1268 avvenne la sua conversione, forse in seguito alla morte della moglie. Iacopone cominci˛ allora una vita di dure penitenze e nel 1278 entr˛ come frate laico nell'ordine francescano. Nello scontro tra spirituali e conventuali si schier˛ con i primi, sulla base di un ardente misticismo; tenace oppositore di Bonifacio VIII fu scomunicato e gettato in carcere dopo la caduta della rocca di Palestrina. Liberato nel 1303 dal nuovo pontefice Benedetto XI, Iacopone trascorse gli ultimi anni nel convento di San Lorenzo di Collazzone, fra Todi e Perugia, dove morý nel 1306, assistito, secondo la tradizione, da Giovanni della Verna. A lui sono attribuiti alcuni componimenti in latino, tra cui lo Stabat mater, un breve Trattato ascetico e una raccolta di Detti in volgare; certo fu autore di numerose Laudi in volgare umbro, che rappresentano l'espressione pi¨ autentica della sua personalitÓ accesa e appassionata.

Pubblicità
Pubblicità