Musica
La cura del tempo
Segnala la pagina
Nicolò Fabi
Informazioni
di Nicolò Fabi
Articoli correlati
La cura del tempo
Cercare di uscire dal meccanismo automatico della scrittura. Queste undici canzoni non sono altro che il frutto di altrettante attese". E' così che Niccolò Fabi definisce il lavoro svolto per il suo ultimo cd, "La cura del tempo". Il disco, quarta fatica del cantautore, rappresenta un ulteriore passo avanti nella sua maturazione artistica. Lontano dalle lusinghe di un pop commerciale ed a volte poco ispirato, Fabi concentra l'attenzione sui testi; cura meticolosamente il suono, rendendolo estremamente pulito; fa un uso assai consapevole degli strumenti musicali, nulla lasciando al caso. Ne è un esempio il pezzo "Mimosa", nel quale la voce è accompagnata solo dalla chitarra acustica e da un discreto pianoforte, quasi a voler sottolineare l'importanza delle parole. Per incidere questo album, Fabi ha trascorso cinque settimane in uno studio di Acquapendente con i suoi collaboratori, isolato dal resto del mondo e concentrato sulle idee da sviluppare, sui suoni da trasmettere; che, spesso, per sua stessa ammissione, provengono da ricordi del passato (si pensi all'uso del mini-moog, per esempio). I brani prevedono anche alcune collaborazioni importanti. "Offeso", nato proprio in chiusura, è un intenso duetto con Fiorella Mannoia. "Il negozio di antiquariato" e "Ora e qui" sono impreziositi dagli interventi al sax alto di Stefano Di Battista. Mentre il primo singolo estratto, "E' non è", aggiunge alla bellezza del testo l'eleganza degli archi dell'orchestra DIMI, con l'arrangiamento e la direzione di Adriano Pennino.