Libri
Dove il sì suona. Gli Italiani e la loro lingua
Segnala la pagina
Gli italiani e la loro lingua
Informazioni
Firenze, Galleria degli Uffizi Sale dell'ex Archivio e Reali Poste
dal 14 marzo al 30 settembre 2003
orari da martedì a domenica 8.15-19.00 lunedì chiuso
biglietto intero € 8.50; ridotto € 4.25

"Le genti del bel paese là dove 'l sì suona": con questa espressione Dante Alighieri, nel XXXIII canto dell'Inferno della sua Commedia, definiva i nostri connazionali. Si trattava, certo, di un periodo storico nel quale il concetto di popolo italiano era ancora molto lontano, eppure il poeta aveva già identificato un tratto comune delle "genti del paese" proprio nella lingua. Questa mostra, ideata dalla Società Dante Alighieri e curata dal professor Luca Serianni, illustra la genesi e l'evoluzione dell'idioma nazionale dalle sue origini fino ad oggi. Il percorso offre un punto di vista differenziato, che rende ragione delle differenze dettate dalle epoche storiche, dalle aree geografiche, dai diversi ambiti di utilizzo della lingua stessa e dagli scambi interculturali con le altre grandi nazioni europee. 
Per la prima volta, sono esposti al pubblico preziosi documenti, solitamente conservati nel chiuso delle biblioteche. Tra questi, la copia della "Commedia" di Dante che il Boccaccio donò al Petrarca, il codice autografo del "Decameron" boccacciano, quello dell'"Orlando furioso" di Ariosto e quello della "Gerusalemme conquistata" di Torquato Tasso. Molti anche i dipinti che arricchiscono la mostra: dal "Rinaldo e Armida" di  Giovan Battista Tiepolo al "Ritratto di Alessandro Manzoni" di Francesco Hayez, dalla "Dama con il Petrarchino" di Andrea del Sarto ad alcuni disegni del Vasari. 
Il percorso espositivo è stato realizzato con criteri di interattività multimediale, per rendere fruibile un argomento apparentemente astratto. Un sofisticato sistema di audiovisivi e numerosi terminali informatici sono stati appositamente approntati, al fine di consentire ai visitatori di interagire con i temi presentati.